22 marzo 2019 - 10:07     Stampa    Italiano English Francais

www.angelamerici.it

«« torna / back / précédent


Relazioni e approfondimenti
Maria dell'Incarnazione.
Una donna, figlia di sant'Angela Merici, realizzata nel suo contesto storico e spirituale

Questa relazione su Maria dell'incarnazione, tenuta in occasione del Convegno CIM 2012, tratta l'argomento inquadrando la vita e la spiritualità della Santa nel contesto storico, letterario-scientifico e teologico-spirituale dei luoghi e del tempo in cui è vissuta: il XVII sec. nella Francia coloniale.


Fotografia sr. Fidelis Bolgiani
 
Fotografia Marie dell'Incarnation Guyart

 

Maria dell’incarnazione è stata aperta agli influssi culturali e religiosi del suo tempo cogliendo, con oculato discernimento, il meglio in essi contenuto. La sua vita è un prototipo per ogni categoria di persone, essendo stata un’autentica cristiana laica, sposa, madre, vedova, manager, mistica, religiosa claustrale, pioniera missionaria, Fondatrice di un nuovo ramo di Orsoline, educatrice, evangelizzatrice ed apostola appassionata, tanto da meritarsi il titolo di Madre della Chiesa Canadese; ed inoltre letterata avendo composto, oltre ai primi catechismi, vocabolari delle lingue indigene delle diverse etnie locali ed ha inviato migliaia di lettere, in Francia, al figlio Claude, alle Orsoline e alle varie autorità e persone altolocate che , partendo, le avevano promesso aiuti. Queste lettere rappresentano ora un patrimonio molto importante per la cultura canadese perché, in esse, Maria ha descritto nei particolari la vita, i luoghi, gli usi e i costumi degli aborigeni, dei coloni e dei missionari. Morendo, Maria ha lasciato una ricca biblioteca di scritti personali, compresa l’Autobiografia del 1654 richiestale dal figlio Benedettino, ma anche libri di spiritualità importati dalla Francia che permettono di tracciare il suo profilo spirituale e culturale.
Questo ricco patrimonio è una fonte quasi inesauribile dove studiosi e teologi possono attingere per studi e approfondimenti. A tale scopo da decenni a Québec esiste un “Centro Studi Maria dell’Incarnazione” ed ugualmente a Tours.
Riflettendo sulla figura di questa Santa così poliedrica, degna Figlia di S. Angela, non si può rimanere indifferenti. Viene spontaneo chiedersi e valutare come noi, oggi, siamo inseriti nel nostro tempo e come ci lasciamo influenzare dalle varie correnti di pensiero presenti nella cultura contemporanea.

1 maggio 2014


allegato
Relazione completa, con note



Translate this page