22 marzo 2019 - 10:08     Stampa    Italiano English Francais

www.angelamerici.it

«« torna / back / précédent


Compagnia di Santa Orsola Istituto Secolare di Santa Angela Merici - Federazione
150° anniversario di fondazione della Compagnia di Cuneo

A che cosa servono gli anniversari?
Anzitutto a farci prendere coscienza del valore della storia, segnata da dolori e difficoltà, ma anche costruita su speranze e progetti che vanno custoditi, tramandati e vissuti, perché formano la nostra memoria, la nostra identità, il nostro futuro. E poi servono alla vita personale e di compagnia per rendere grazie e rinnovarci nella fedeltà.


Fotografia

 

SALUTO DELLA DIRETTRICE DELLA COMPAGNIA DI CUNEO
Quando nel lontano 1535 Angela Merici fondava a Brescia la Compagnia di Sant’Orsola, una nuova istituzione di vergini, totalmente consacrate al Signore, che avrebbero dovuto e voluto restare nel mondo…
Quando con una forza profetica e coraggiosa la Fondatrice aveva dettato la Regola e gli altri sui scritti per le appartenenti e per le responsabili della Compagnia…
Quando la Chiesa, ancora nei primi anni del 1500, approvava e confermava la Regola… sapeva di trovarsi di fronte ad una nuova vocazione, ad un nuovo carisma suscitato dallo Spirito Santo, vero artefice della fecondità della vita della Chiesa…
Quando, 150 anni fa, la strada della Compagnia ha raggiunto anche Cuneo… le prime appartenenti hanno accolto e abbracciato la Regola come via lungo la quale camminare… con cuore grande e pieno di desiderio.
Si trattava di una Regola voluta dal Signore… piantata dalla sua santa mano…
Si trattava di una Regola fedele alla Parola di Dio e alla tradizione della Chiesa…
Si trattava di una Regola ispirata ai valori evangelici che richiedeva una radicale donazione a Cristo scelto come Sposo, Unico Tesoro, Comune Amatore…
Si trattava di una Regola di grande spiritualità che richiedeva impegno, vigilanza, fedeltà… per conservarsi nel mondo secondo la chiamata di Dio.
Si trattava di una Regola che indicava vie e mezzi che sono necessari per perseverare e progredire fino alla fine.
Ma a che cosa servono gli anniversari?
Anzitutto a farci prendere coscienza del valore della storia, segnata da dolori e difficoltà, ma anche costruita su speranze e progetti che vanno custoditi, tramandati e vissuti, perché formano la nostra
memoria, la nostra identità, il nostro futuro. E poi servono alla vita personale e di compagnia per rendere grazie e rinnovarci nella fedeltà. Come rileggiamo oggi il documento della nostra vita e della vita della nostra Compagnia? Come riannodiamo i fili forse slegati, come valutiamo i cammini fatti, come ringraziamo dei doni ricevuti?
“Ogni anno giubilare è come un invito ad una festa nuziale” ci ricordava Giovanni Paolo II° nella bolla di indizione del grande Giubileo del 2000.
Questo anniversario è anche per noi festa nuziale perché siamo chiamate a celebrare la fedeltà di Dio a quell’alleanza sponsale che ha voluto sigillare 150 anni fa, suscitando anche a Cuneo un carisma che ci ha messe in cammino, in compagnia di Sant’Angela Merici, verso l’unico Signore della vita e della speranza.
E’ sempre commovente ritornare agli inizi, fa sempre bene ripassare la storia, rinfranca il cuore e lo spirito ripensare alle tante sorelle che ci hanno lasciato per raggiungere “la Compagnia del cielo” e che hanno illuminato i nostri territori e le nostre comunità con una bella testimonianza di fedeltà, di gioia, di coraggio, di amore.
Le nostre Costituzioni ci ricordano che lo stare aderenti alle origini conserva e alimenta energie spirituali capaci sempre di tracciare la via per un autentico rinnovamento. (37.1)
Questo nostro ritorno alle origini, questo nostro festeggiare un anniversario, diventa un dono nuovo per noi e per le nostre comunità… rappresenta un rinnovato impegno di energie spirituali, capaci ancora di tracciare oggi un percorso di santità per le strade del mondo, e per la Chiesa particolare che è in Cuneo.
È vero oggi a Cuneo siamo rimaste in poche, avanti anche negli anni, ma l’appartenenza alla mondialità della Compagnia di Sant’Orsola, l’essere unite insieme nella Federazione… ci stimola a continuare a sperare, a fare, a credere… forti delle promesse di Sant’Angela: Tenete questo per certo: che questa Compagnia è stata piantata direttamente dalla sua santa mano, e lui non abbandonerà mai questa Compagnia finché il mondo durerà. Fedelmente dunque e con allegrezza perseverate nell’opera incominciata.
Ogni vocazione va vissuta nella fedeltà, nella gioia, nella perseveranza... nei giorni e negli anni. Sant’Angela ci è vicina con il comune Amatore... “e io sempre sarò in mezzo a voi aiutando le vostre preghiere”. (Rc 9)
Questo ci basta per rendere grazie e per continuare gioiosamente il cammino con cuore grande e pieno di desiderio.
Caterina Dalmasso

18 maggio 2016


allegato
scarica il pdf




 

Italiano


Translate this page