18 novembre 2019 - 23:36     Stampa    Italiano English Francais
www.angelamerici.it

Translate this page



Notizie


Orsoline di Siracusa
Suore Orsoline della Sacra Famiglia. Siracusa

Storia delle Suore Orsoline di Siracusa
Entra nella notizia per l'approfondimento


Fotografia

 

Casa Generalizia
Via Monte Senario, 83 – 00141 ROMA
telefono: 06-8170232 fax: 06-56561703
http://www.suoreorsolinedisiracusa.it
orsiracusa@tin.it

Storia
L’ispirazione originaria che ha dato vita alla Congregazione delle Suore Orsoline della Sacra Famiglia nella Chiesa è germinata nell’animo semplice di una giovane siciliana di Monterosso Almo (RG): Rosa Roccuzzo (1882 – 1956), la cui esistenza è stata interamente segnata da una intensa vita interiore e da un instancabile ed eroico servizio ai poveri di cui veniva a conoscenza. “Girando lo sguardo per tutto il paese, vedeva i bambini privi di istruzione cristiana, i poveri privi del necessario, gli ammalati senza assistenza: ogni mattina andava a Messa e pregava il Signore che le venisse in aiuto per poter fare un po’ di bene …” (così si esprime una testimone diretta).
Con una eccezionale energia interiore Rosa riesce subito a coinvolgere nella sua operosa carità altre giovani del luogo: Giovanna Giaquinta (1884 – 1934), le sorelle Cristina Inzinga (1876 – 1946) e Giuseppa Inzinga (1878 – 1976) e successivamente Arcangela Salerno (1884 – 1967), colei che per le sue doti personali diventerà la prima Madre Generale della Congregazione.
Col tempo, via via che il servizio tra i poveri assorbe sempre più i pensieri e le energie delle cinque giovani, prende consistenza nel cuore di Rosa, e tramite lei nel cuore delle sue compagne, un audace progetto: potenziare e dare stabilità al loro servizio di amore compassionevole, dando vita in Monterosso Almo ad una nuova famiglia religiosa.
É il 2 febbraio del 1908 quando, superando ogni diffidenza di familiari e conoscenti e sotto la guida paterna del parroco del paese P. Carmelo Giaquinta (1862 – 1937), le cinque giovani danno forma concreta di stabilità al loro santo ideale scegliendo di vivere sotto il medesimo tetto: una casa data loro da una signora benestante del luogo.
L’innesto nel grande albero della Famiglia di SANT’ANGELA MERICI è un altro capitolo importante della fondazione della nuova Congregazione, capitolo scritto questa volta con l’autorevole guida dell’Arcivescovo di Siracusa Mons. Luigi Bignami (1862-1919). Egli fu sempre paternamente vicino alle cinque giovani e fu proprio lui a chiamarle con l’appellativo “i gigli della montagna” (Monterosso Almo è un paesino di montagna – della catena dei Monti Iblei).
Per consolidare mediante una robusta spiritualità il candido e generoso ideale delle cinque giovani, Mons. Bignami sollecita la loro partecipazione ad un corso di esercizi spirituali delle Orsoline di Famiglia svoltosi nell’ottobre del 1913 a Palermo. L’esperienza costituisce una pietra miliare nella evoluzione dell’opera già avviata. In Sant’Angela Merici le giovani riconoscono un’autentica madre nello spirito ed una maestra da seguire. Saranno Orsoline dunque, ma a differenza delle Orsoline di Famiglia, saranno congregate: lo impone la fedeltà all’ispirazione originaria.
Preghiera, presenza tra i poveri, lavori di commissione (cucito, maglieria, dolci …), per guadagnare da vivere per sé e per le assistite, riempiono le giornate della prima comunità, e il tutto è vissuto nello spirito della Famiglia di Nazareth, sotto la cui protezione hanno voluto stabilirsi. Il paradigma della loro vita diviene così quello invocato ogni giorno con la preghiera alla Sacra Famiglia: “…Gesù, Giuseppe e Maria, state in mezzo a noi, e la nostra spirituale Famiglia diverrà come quella di Nazareth, la casa della pace, dell’orazione continua, dell’umile obbedienza e della perfetta carità…”.
Lo spirito di tale preghiera ha talmente segnato il modo di sentire e di vivere la vita in comune delle prime suore, da costituire il titolo peculiare che distingue dalle altre Orsoline sparse nel mondo.
A distanza di pochi anni, e precisamente nel 1923, la Madre Arcangela Salerno, sollecitata dal nuovo Arcivescovo di Siracusa Mons. Giacomo Carabelli (1886 – 1932), dà inizio alla missione delle Orsoline nella città di Siracusa.
La nuova sede diviene il luogo di irradiazione verso mete più ampie, ma soprattutto il luogo in cui si evolve con sempre maggiore chiarezza e consapevolezza la missione delle Orsoline della S. Famiglia nella Chiesa. A Siracusa infatti, per esplicito mandato dello stesso Arcivescovo Carabelli, la nuova famiglia religiosa viene chiamata a farsi attenta ad un altro genere di povertà, meno appariscente ma più radicale ed insidiosa: quella relativa alla formazione mediata dall’istruzione.
La scuola, di conseguenza, diventa in quel periodo il servizio prioritario della Congregazione, una scuola che intende coniugare l’attenzione alla dignità e allo sviluppo di tutta la persona, secondo lo stile mericiano, con la consapevolezza che un sapere umano illuminato dalla fede può divenire saggezza di vita.
La nuova famiglia viene canonicamente eretta istituto religioso di diritto diocesano nel 1946 con il titolo di CONGREGAZIONE DELLE SUORE ORSOLINE DELLA SACRA FAMIGLIA.
Alla fine degli anni 60 la Congregazione era già presente in varie diocesi dell’Italia (Milano, Roma, Firenze, Siracusa, Catania, Noto, Piazza Armerina, Ragusa) e in Mogi das Cruzes (SP) – Brasile.
Viene eretta come istituto religioso di diritto pontificio nel 1971 e le attuali Costituzioni sono state approvate dalla CIVCSVA nel 2009.

Oggi
Attualmente, rispondendo ai cambiamenti dei tempi ma fedele al carisma delle origini, oltre che nella scuola e nelle opere socio-assistenziali, la Congregazione opera nel campo dei pensionati universitari, delle attività ricettive, della catechesi e della pastorale parrocchiale, tenendo sempre come obiettivo quello della formazione integrale della persona umana, in particolare dei giovani e dei bambini, cercando di aiutarli a scoprire il progetto originario di Dio Padre sull’umanità. “Tenete l’antica strada e usanza della Chiesa, ordinate e confermate da tanti Santi per ispirazione dello Spirito Santo. E fate vita nuova” ha detto Sant’Angela Merici nel suo Settimo Ricordo.


23 ottobre 2019


link Link: Musical IL CORAGGIO DI AMARE. Realizzato in occasione del primo centenario di fondazione


Italiano